Alimentazione

A mangiar bene si impara da piccoli

“L’educazione ad una corretta alimentazione e l’educazione ad una corretta coltivazione sono le facce di una stessa medaglia?”, si chiede oggi Carlo Petrini, pioniere dell’associazione internazionale Slow Food, che all’interrogativo risponde: “Educare a coltivare è ben più che educare a una corretta alimentazione, ha anche a che fare con un corretto rapporto con la Natura, con le stagioni, con la cultura e la biodiversità del proprio territorio”.
Crediamo sia molto importante che in un territorio come il nostro, dove la storia, la cultura e l’economia, sono fortemente legate alla terra e ai suoi prodotti, i bambini abbiano la possibilità di vivere a stretto contatto con la natura di fare esperienza dei suoi molteplici aspetti e delle minuziose leggi che la regolano, intuendo così il forte legame tra alimentazione e natura.
E’ una delle forme educative più importanti in assoluto se vogliamo formare delle persone non dei semplici consumatori”; e poiché, come sosteneva la Montessori, “Le cure premurose verso gli esseri viventi sono la soddisfazione di uno degli istinti più vivi dell’anima infantile”, è doveroso da parte di tutti impegnarsi per contribuire a una formazione delle nuove generazioni consapevole e sensibile verso il mondo che ci circonda e ad un giusto rapporto con la natura e il cibo.
Per portare i bambini a conoscere ed apprezzare la frutta e la verdura coltiveremo e osserveremo insieme a loro le piantine nel nostro Orto Didattico che sarà diviso in due zone: una di lavoro dove i bambini potranno giocare con la terra, scavare, raccogliere sassi, foglie, bastoncini, seminare le piantine e raccogliere i loro frutti; e l’altra dedicata all’esperienza sensoriale dove potremo guardare, toccare, annusare, attraverso il piccolo giardino dei profumi. Attraverso il laboratorio di cucina potremo poi trasformare i prodotti dell’orto in veri e propri alimenti da assaggiare insieme a mamma e papà.
Intrinseca al nostro progetto Natura è quindi la scelta di un menù studiato e pensato per mantenere non solo un equilibrio nutrizionale (concordato ed approvato dall’Asl ogni 6 mesi) ma soprattutto una grande varietà e rotazione degli alimenti basata sulla stagionalità e la provenienza.
I pasti preparati quotidianamente dal nostro chef Piero infatti sono cucinati con particolare attenzione alla proposta di una vasta varietà dei cibi e prediligendo prodotti dell’Oltrepò Pavese.
Lo scambio quotidiano di informazioni e la disponibilità a variare il menù, ci permette di adeguare sempre la preparazione dei pasti alle esigenze dei singoli bambini. L’obbiettivo che ci poniamo è quello di portare tutti i bambini ad assaggiare e apprezzare tutti gli alimenti, soprattutto quelli più difficili da proporre loro, come cereali, legumi e verdure, pur nel rispetto dei gusti e delle preferenze dei singoli. Il rapporto di collaborazione con la società Concordia scs è quindi quotidiano per garantire un servizio di qualità.
Eventuali modifiche al menù, dovute ad intolleranze o allergie, vengono effettuate dietro presentazione di un certificato medico.

Lo chef Piero si presenta

“Cari Piccoli Amici, mi presento: mi chiamo Piero e faccio il cuoco.

Sono la persona alla quale Virginia ha chiesto collaborazione per preparare il pranzo e gli spuntini che consumerete in questa vostra seconda casa. Io però non sono solo, lavoro per una cooperativa che si chiama Concordia ed è a Rivanazzano T., noi, da tanti anni, prepariamo i pasti per le persone un po’ più “grandicelle” di voi, che abitano nella R.S.A. Pia Famiglia a Rivanazzano e nella R.S.A. Villa Serena a Salice T.
In cucina le mie preziose aiutanti sono tutte brave cuoche e soprattutto brave mamme, loro sanno bene come cucinare per aiutarvi a crescere forti e sani!
Per i menù quindi mi confronterò sempre con persone esperte di alimentazione che, attraverso le Linee Guida a cura dell’ Ufficio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’A.S.L. di Pavia, mi forniranno tanti utili suggerimenti e consigli; saremo così in grado di preparare dei pasti che risponderanno a tutti i principi di una alimentazione sicura, sana, equilibrata e, perché no, anche un po’…golosa !!
Tutte le educatrici ed io crediamo che l’occasione del pranzo non sia solamente una necessità, ma un ulteriore e piacevole momento di aggregazione.
La nostra cucina si trova all’interno della R.S.A. Pia Famiglia, è regolarmente autorizzata e vengono rispettate tutte le normative vigenti in materia di Igiene e Sicurezza Alimentare.
La più importante è la D.Lgs 193/07.
Questa legge ci chiede di utilizzare un sistema di controllo interno, detto appunto “piano di autocontrollo” che sfrutta i principi del sistema H.A.C.C.P.
Questo metodo ci permette di monitorare costantemente tutto quello che succede in cucina: c’è un elenco dei nostri fornitori da cui facciamo la spesa, c’è una descrizione di chi siamo, cosa facciamo, per chi cuciniamo. Ci sono tabelle da compilare dove scriviamo ad esempio le temperature dei nostri frigoriferi, per conservare correttamente gli alimenti, i gradi di cottura dei cibi, che garantiscono che un alimento non sia contaminato da tutti quei microorganismi che potrebbero alterarlo. Su di esso scriviamo tante informazioni, leggiamo tanti consigli e tutto con l’obiettivo di preparare i pasti che siano dal punto di vista igienico assolutamente sani.
Noi dello staff impareremo a conoscere i vostri gusti ed insieme cercheremo sempre di venire incontro alle vostre esigenze e preferenze.
Come responsabile di ciò che cucineremo per voi, miei cari Piccoli Amici, sono a disposizione dei genitori che volessero avere qualche informazione più dettagliata, qualche chiarimento o semplicemente sarò a disposizione di chi volesse conoscermi.”

Piero

Condividi!